Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Si è conclusa lunedì la settimana della moda a Milano, dunque è giunto il momento di fare un bilancio dell’evento.

star milano fashion week IDM

Sicuramente moda promossa. Con la previsione di un più 5 per cento di fatturato nel 2014, l’arrivo di buyer anche da nuovi Paesi, il brindisi finale a Palazzo Reale. Con la soddisfazione del presidente della Camera della Moda, Mario Boselli, e il primo posto di Marco Rambaldi nel concorso «Next generation» (presidente di giuria, Beppe Modenese). Con l’assessore Cristina Tajani che sottolinea i buoni effetti delle «sinergie tra pubblico e privato» e auspica, per le prossime edizioni, «iniziative per il grande pubblico».

whiteOttimi anche i risultati dei saloni «collaterali»: White ha chiuso con il 22 per cento di buyer rispetto all’anno scorso e 17.500 visitatori. «Bellissima atmosfera e forte energia, ci mettiamo al lavoro con ottimismo per la prossima edizione», afferma il fondatore, Massimiliano Bizzi. Anche per Super, a Palazzo delle Scintille, crescita a doppia cifra (+18%) con 6 mila compratori. Risultati che meritano un brindisi: a Palazzo Reale, c’era anche il sindaco Giuliano Pisapia: «Milano non solo resiste, ma rilancia. Grazie per quello che insieme continueremo a dare».

Nomi di prestigio tra le celebrities in prima fila alle sfilate: l’attrice di “Million dollar baby”, Hilary Swank, la cantante Katy Perry, la modella Bianca Balti, ma anche personaggi come Monica Bellucci, Laetitia Casta ed Eva Herzigova.

Jane Reeve, amministratore delegato della Camera, sembra devvero soddisfatto: «È andata bene, ma ora subito al lavoro». E sull’organizzazione del prossimo calendario afferma: «Non sarebbe male aggiungere un giorno alle sfilate».

Leggi di più