IDM: Innovazione di Moda

Innovazione, competitività, sostenibilità nel mondo Moda

Menu di navigazione

Fashion Luxury Report: un’analisi di Unmetric sui top brand del lusso internazionale

Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Innovazione di moda | Facebook management del brand DiorUnmetric è una società di consulenza specialista nel benchmarking. Da maggio ad agosto 2012 ha analizzato i comportamenti e gli effetti online di 9 marchi top player del settore della moda. In particolare, Unmetric ha osservato le griffe rapportarsi con gli utenti sui principali social, cioè Facebook, Twitter e Youtube, e valutandoli attraverso 24 criteri studiati ad hoc, tra cui frequenza di aggiornamento, tipologia di contenuto pubblicato, livello di engagement.

Uno dei risultati emersi dal Fashion Luxury Report è che la moda riesce ad essere anche online uno dei settori più coinvolgenti in assoluto, il grado di engagement per post pubblicato, infatti, risulta essere di 69 contro una media di 58. Tra i top brand analizzati, Dior ha ottenuto il punteggio più alto, combinato tra l’utilizzo dei tre canali social. Si tratta di un punteggio di 211, seguito da Burberry con 199 e Louis Vuitton con 165.

Il voto più alto è stato ottenuto grazie alla crescita di Like superiore alla media, ai contenuti postati e ai tassi di interazione con gli utenti guadagnati. Ciò su cui le aziende devono ancora migliorare è l’interazione one-to-one con gli utenti, che spesso manca come mancano le risposte puntuali alle precise domande dei follower. Dei nove marchi esaminati, solo Burberry, Ralph Lauren e Dolce&Gabbana permettono ai fan di postare sulla loro pagina, anche se queste interazioni sono sempre ignorate dai brand. «The image of exclusivity is still important to luxury brands, but social media cannot be ignored» ha affermato Lux Narayan, CEO di Unmetric (New York). «The biggest luxury brands have consistently ranked top month after month according to the Unmetric score. – ha continuato Lux Narayan – The content strategy plays a large part as observed by Unmetric. The launch of new collections are particularly engaging with fans».

Innovazione di moda | Facebook management del brand Hugo BossHugo Boss ha registrato la maggior crescita su Facebook: il suo paniere di fan è cresciuto del 48% nei tre mesi analizzati. Hugo Boss ha avuto anche un 78% di crescita su Twitter, posizionandosi un punto dietro a Dior. La griffe francese Dior ha visto la maggiore crescita su Twitter e YouTube, rispettivamente del 103% e del 28%. Dior è molto attivo nella creazione di contenuti adatti ai social. Ha infatti pubblicato la serie Lady Dior, minifilm noir con protagonista Marion Cotillard, e J’adore – Le parfum, corto che racconta la nascita dell’essenza.

Post che contengono video e foto ottengono spesso molti like e condivisioni, ma è anche la didascalia a incidere molto. Gli utenti non condividono solamente prodotti che desidererebbero avere, ma anche situazioni e mood che li rappresentano e coinvolgono. L’attenzione a questo può fare davvero la differenza.

Leggi di più

Report di Socialbakers: I Social Media e i Top Brand nel Mercato del Fashion

Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Il portale Socialbakers ha pubblicato un report dal titolo “I Social Media e i Top Brands nel Mercato del Fashion” analizzando le performance dei maggiori marchi italiani sul canale Facebook per comprendere come i grandi nomi della moda utilizzino le loro pagine per raggiungere e coinvolgere i loro pubblici. L’analisi ha preso in considerazione i brand Gucci, Fendi, Versace, Liu Jo e Dolce & Gabbana.

Dal report di SocialbakersSecondo lo studio Gucci detiene il maggior numero di fan al momento dell’analisi e ha anche ottenuto la più grande crescita con un incremento di 710.179 fan, cioè l’8% dal 1° agosto al 31 ottobre 2012. Fendi registra un tasso di crescita incrementale costante, mentre Versace e Dolce & Gabbana rimangono per lo più costanti. A stupire è l’andamento di Liu Jo, che ha ottenuto un incremento del 29%, in particolare registrando un picco nelle date del 19 e 20 settembre quando ha annunciato la presenza di Kate Moss all’apertura di un negozio di Milano.

Dal coinvolgimento degli utenti si evince che sono le immagini e la presenza di testimonial o celebrità ad essere i contenuti maggiormente apprezzati, infatti, ciò che ha ricevuto maggior engagement dagli utenti sono stati:

– un abito da sera color magenta pubblicato da Liu Jo il 28/08/2012;

– un album pubblicato da Dolce & Gabbana contenente foto di vip che indossano il marchio;

– un album di Fendi contenente ancora celebrità che indossano vestiti e accessori del brand.

Le difficoltà dei brand si riscontrano ancora nelle risposte agli utenti: lo standard nel settore è del 65%. Per esempio, Liu Jo ha risposto a 66 post su 111 realizzati dagli utenti, attestandosi quasi nella media, mentre Fendi ha risposto a solo 6 commenti dei 49 dei suoi utenti. È un dato che deve essere nettamente migliorato.

Abbiamo qui citato dei grandi brand del settore del fashion, ma anche chi si attesta su numeri inferiori può trarre dei preziosi insegnamenti. Innanzitutto comprendere l’importanza di relazionarsi con l’utente e di non utilizzare la pagina Facebook come un’ulteriore vetrina del marchio. L’utente che entra in negozio chiede risposte e lo fa anche l’utente che si interfaccia con il brand tramite il suo profilo social ufficiale.

Inoltre, è facile comprendere che le immagini, soprattutto se di buona qualità e di un prodotto che piace all’utente anche nel retail fisico, possono produrre ottimi risultati in termini di viralità, engagement e condivisioni.

L’innovazione ha sempre caratterizzato la moda Made in Italy e le eccellenze del nostro Paese. Deve continuare a caratterizzarle anche nell’utilizzo di questi strumenti che permettono di relazionarsi maggiormente con i clienti.

Leggi di più