IDM: Innovazione di Moda

Innovazione, competitività, sostenibilità nel mondo Moda

Menu di navigazione

Il web: il 3° mercato del lusso tra 10 anni!

Il web: il 3° mercato del lusso tra 10 anni!

Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Il 7 luglio a Milano Altagamma ha presentato i dati sul suo studio “Digital Luxury Expirience 2015” evidenziando come, nel 2014, il 6% delle vendite nel settore lusso si sono svolte tramite acquisti online! Il vicepresidente della Fondazione Armando Branchini ha affermato che lo scontrino medio di un acquirente italiano è di circa € 70 in un outlet e di poco inferiore ai € 200 negli acquisti online.

Tra 10 anni si stima che la percentuale di vendita dei beni di lusso raggiungerà il 18% sul web che diventerà, con un fatturato di 70 miliardi, il terzo canale di vendita dietro a Cina e Stati Uniti.

Emerge quindi la crescita dell’ecommerce che arriva a superare, nella spesa media, quella degli acquisti affini effettuati offline: un dato davvero rilevante e significativo.

Un fattore determinante in questa tendenza è molto probabilmente l’utilizzo sempre maggiore di dispositivi mobile per effettuare gli acquisti, che consente di scegliere e acquistare i prodotti ovunque ci si trovi e ricevendo il prodotto comodamente a casa.

Il web è ormai uno strumento indispensabile per effettuare acquisti, indipendentemente dal fato che l’operazione si concluda poi online o presso il punto vendita, poiché consente il confronto tra brand e prodotti. Un altro elemento da non sottovalutare è l’influenza che i canali digitali ricoprono nella fase decisionale che precede l’acquisto.

Il settore lusso conferma quindi la validità della presenza sul web anche quando il valore non è dato solo dal prodotto di per sè ma anche dal significato che riveste.

Ulteriori conferme, queste, che il web rappresenta il futuro e che per la crescita e lo sviluppo non se ne può prescindere.

 

Leggi di più

e-Pitti.com: sostegno per le start-up tra moda e tecnologia

Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

e-pittiLa piattaforma digitale di Pitti intende assumere una posizione centrale nel campo della moda e della tecnologia: grazie alla partnership con Fashion Technology Accelerator (FTA), società americana nata nel 2012 nella Sillicon Valley con lo scopo di supportare le aziende Fashion Tech prima del lancio nel commercio, cercherà infatti di stimolare la crescita online del settore moda.

Trainata da Francesco Bottigliero, la realtà tecnologica di Pitti Immagine intende diventare un punto di riferimento per moda e tecnologia trasformandosi nel fulcro dell’innovazione tecnologica della filiera, grazie anche al contatto con un numero crescente di start-up rivolte sia al mercato digitale che a quello “fisico” alla ricerca di un contatto con espositori o buyer. Come afferma l’AD stesso, e-Pitti verrà coinvolta nell’attività di FTA presso le aziende emergenti e verrà in cambio aiutata da FTA stessa a valutare le start-up che desiderano partecipare a “Decoded Fashion”, in programma per il 22 ottobre a Milano.

L’accordo, creato per sostenere lo sviluppo di imprese emergenti nel mondo della moda, mira a facilitare la crescita online specialmente a livello internazionale: in effetti, un network di partnership internazionali farà da supporto (con competenze di management consulting) alla crescita di nuove aziende e nuovi talenti appartenenti al settore.

Intanto Leo Nardi Milano e La Passione Cycling Couture (le prime due giovani imprese accelerate) segnano già i primi risultati commerciali positivi conseguiti in soli sei mesi anche nel mercato estero, ed è stata avviata una collaborazione con una terza azienda, Warda.

Leggi di più