IDM: Innovazione di Moda

Innovazione, competitività, sostenibilità nel mondo Moda

Menu di navigazione

I Nostri migliori Auguri per un Sereno Natale

Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Mancano pochissimi giorni a Natale e vogliamo farvi i  nostri migliori auguri parlandovi dell’importanza del Made in Italy! I consumi degli italiani sono in calo ma il valore del prodotto italiano non tramonta e proprio a questo vogliamo dedicare i nostri auguri, convinti che la qualità possa trovare la sua strada anche in questo periodo storico particolarmente spinoso.

Parlando di made in Italy citiamo un’eccellenza Veneta: il Lanificio Bottoli di Vittorio Veneto.

Una storia importante, di quattro generazioni di una famiglia di imprenditori veneti che iniziarono con la produzione di coperte e panni in lana intorno al 1861. Nel 1978  Roberto Bottoli rifondò l’azienda che era stata del padre e dei nonni e ha saputo evolvere la propria vocazione produttiva nel campo dei tessuti fantasia.

Oggi Lane Bottoli è uno dei produttori di tessuti Made in Italy più conosciuti al mondo. Competitività, qualità, serietà e servizio costituiscono i principi e i valori della filosofia e del successo aziendale.

image003

“È sorprendente come nella vita ci si possa emozionare, giorno dopo giorno, di tante immagini…anche di un candido gregge tranquillo al pascolo sull’Appennino o pigro nel seguire il greto del Piave.” Cit. Roberto Bottoli

Leggi di più

Eccellenze venete nel mondo: la tradizione artigianale del lanificio Bottoli

Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

bottoli_IDMInnovazione di Moda  è un punto di riferimento per gli operatori del settore fashion in Italia: essendo il Lanificio Bottoli una delle aziende che meglio rappresenta la qualità del Made in Italy nel mondo, sarà sicuramente interessante conoscere qualche dettaglio dell’azienda.

Celebre in tutto il mondo per la produzione di tessuti con lana italiana, il lanificio Bottoli vanta una storia racchiusa in ben quattro generazioni di una famiglia di imprenditori veneti che hanno iniziato a produrre lane attorno al 1861. Nonostante gli anni di storia, però, Roberto Bottoli (amministratore unico dell’azienda ma anche vicepresidente del Sistema Moda di Confindustria Veneto) riesce a mantenere una perfetta sintonia fra tradizione artigianale di famiglia e la continua innovazione di prodotto, fissando come obiettivo primario l’eccellenza del prodotto.

Quello guidato da Roberto Bottoli è uno dei pochi lanifici a ciclo completo di lavorazione di lana da grezza al tessuto destinato ai migliori brand dell’industria della moda, da Versace a Trussardi: con sede a Vittorio Veneto, 5 mila metri quadrati e 40 collaboratori professionisti, l’azienda ha prodotto nel 2013 un fatturato  di quasi 5 milioni di euro.

Se si visita il lanificio si possono scorgere, nel prato vicino allo stabilimento, delle pecore con mantello scuro, ossia la razza in estinzione “Sopravvisana”. In effetti, Bottoli stesso ammette di avere selezionato le migliori razze (comprese la “Gentile di Puglia” e le “merinizzate appenniniche”) in modo da produrre le lane più pregiate che non verranno poi tinte ma manterranno i naturali colori del vello, risparmiando così centinaia di chili di coloranti chimici. Non è un caso che uno dei principi cardine dell’azienda sia la sostenibilità, affiancata da una produzione impregnata di valori etici ed ambientalistici e da una grande fiducia nel Made in Italy.

E’ nei reparti di Vittorio Veneto che vengono effettuate le operazioni di mistatura, filatura, risorcitura, orditura, tessitura, rifinizioni e controllo, per ottenere filati voluminosi ma leggeri, soffici ma con grande potere calorico, garanti di vestibilità e confort per il capo finito: un prodotto 100% Made in Italy capace di soddisfare anche i gusti del pubblico moderno.

Roberto Bottoli ha inoltre lanciato da poco un appello ai Media chiedendo loro un maggiore attenzione nei confronti di eccellenze produttive che resistono sul territorio al fine di convincere le istituzioni a garantire loro condizioni migliori per sopravvivere e svilupparsi ulteriormente. Di certo questo lanificio trevigiano ha tutte le carte in regola per continuare a rappresentare il Made in Italy nel mondo.

Leggi di più