IDM: Innovazione di Moda

Navigation Menu

Moda italiana in Cina: gli appuntamenti di questa settimana

Posted by on 27 Mar 2013 in Eventi | 0 comments

Chic_China International Clothing and Accessories Fair su Innovazione moda

Chic – China International Clothing and Accessories Fair

È iniziata ieri la ventunesima edizione di Chic – China International Clothing and Accessories Fair, la maggiore rassegna di moda del paese del dragone. Questa kermesse si svolgerà a Pechino nella grandissima e imponente area del New China International Exibition Center, fino a sabato.

Nei 100.000 metri quadrati di superficie espositiva sono attesi circa 110 mila visitatori nell’arco della manifestazione.

La fiera è un’esposizione di riferimento per il settore moda nel paese asiatico. Saranno presentate le collezioni uomo, donna, bambino, calzature e accessori, in una manifestazione davvero articolata. Presentano oltre un migliaio di espositori da tutto il mondo, di cui 400 dall’Europa, in particolare da Italia, Francia, Spagna e Germania.

Le aziende italiane del settore abbigliamento, in particolare, sono 73, provenienti da tutta Italia, ed espongono 89 marchi. Le aziende sono ospitate nell’ambito della collettiva organizzata dall’Ice, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

L’Agenzia Ice ha avviato le azioni di promozione dell’abbigliamento italiano in Cina già dal 2002, con un piccolo Punto Italia all’interno della neonata Chic, ed ha poi continuato a sostenere le imprese attraverso l’organizzazione della collettiva allo scopo di presidiare un mercato emergente con un ottimo potenziale di crescita.

Si attendono anche con trepidazione le esposizioni di Stati Uniti, Brasile, Canada e Giappone.

L’importante manifestazione di moda sarà affiancata da importanti eventi come premiazioni, seminari e meeting per esaminare le nuove tendenze in atto nel settore della moda.

Dal 27 al 29 marzo si terrà sempre a Pechino “Milano Unica in Cina”, evento dedicato al settore dei tessuti, Intertextile-Pechino 2013. Questa edizione di Milano Unica in Cina vede la presenza di 128 espositori italiani  che presenteranno i nuovi trend della stagione P/E 2014 per i tessuti per abbigliamento.

E’ atteso grande interesse per l’eccellenza della moda italiana che si apre alla Cina.

Read More

Pitti Uomo: ancora polemiche sul calendario delle fiere della moda

Posted by on 25 Mar 2013 in Bacheca | 0 comments

Pitti-Immagine-uomo-fiere-fashion-su-innovazione-moda

Pitti Immagine Uomo

Sono state davvero tante le polemiche di inizio anno sulle date delle fiere del fashion. Ora, il Consiglio di amministrazione di Pitti Immagine ha preso una decisione unanime sulle date dei prossimi appuntamenti.

La scorsa edizione si è svolta dall’8 all’11 gennaio. Nonostante fosse stato previsto un futuro slittamento di una settimana, anche per il triennio 2015-2017 la data di inizio è stata fissata attorno all’8 gennaio, in particolare la prossima edizione si svolgerà dal 7 al 10 gennaio 2014, ancora in contrapposizione con la kermesse London Collections: Men, settimana della moda maschile londinese, prevista dal 6 al 9 gennaio. E troppo a ridosso con le festività natalizie.

Il Presidente di Pitti Immagine, Gaetano Marzotto, ha affermato «Il calendario internazionale della moda maschile è entrato in una fase di grandi cambiamenti dovuti non solo all’ingresso di nuovi soggetti ma anche all’inceppamento dei meccanismi che hanno regolato per decenni l’avvicendamento delle date. Già nel 2014, come è sempre successo periodicamente, avremmo dovuto avanzare tutti (Firenze, Milano, Parigi) di una settimana, per far sì che Pitti Uomo non aprisse il giorno dopo l’Epifania e quindi molto a ridosso delle festività natalizie, con i prevedibili disagi per le aziende, gli allestitori, gli stessi compratori. Questo purtroppo, come tutti sanno, non si è verificato e nel 2014 apriremo proprio il 7 gennaio: ci stiamo attrezzando per farlo al meglio ma nel frattempo abbiamo preso atto che un nuovo paradigma stia subentrando a quello precedente. Per il triennio successivo quindi abbiamo dovuto prendere una decisione che mettesse le edizioni invernali della nostra manifestazione in una posizione di maggiore tranquillità, nell’interesse dell’insieme degli operatori che partecipano alla manifestazione. Per quanto riguarda l’estate, manterremo le date nell’arco della seconda decade di giugno».

Speriamo nel fatto che le problematiche e le contrapposizioni tra le manifestazioni in programma non mettano in ombra le kermesse italiane, fiore all’occhiello di un comparto che vede ancora nell’Italia il suo fiore all’occhiello: la moda made in Italy, riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

Read More

Fiere moda: Milano tra controversie e preoccupazioni per il futuro

Posted by on 8 Feb 2013 in Bacheca | 0 comments

Milano Unica 2013 su Innovazione di moda

Milano Unica 2013

Dallo scorso mercoledì ad oggi abbiamo assistito alla sedicesima edizione di Milano Unica, il salone di riferimento del tessile italiano, che quest’anno era collegato anche ad Anteprima, salone che riunisce ben 150 produttori di pelle italiani ed europei.

Milano Unica ha messo in scena le collezioni P-E per il 2014 di più di quattrocento aziende del settore tessile. La fiera si è svolta in aria di crisi e preoccupazioni per il futuro. Secondo i dati presentati all’apertura ufficiale, il fatturato complessivo del tessile italiano è sceso del 5,1%. Preoccupante anche il dato sull’estero, che indica che le esportazioni sono scese del 3,1%.

I problemi non sono mancati anche a livello di relazioni sindacali. Il Sistema Moda Italia, infatti, sta cercando di trovare un accordo con le rappresentanze dei lavoratori per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro. Il primo incontro dello scorso martedì non è stato buono in quanto il presidente del Sistema Moda Italia ha respinto le richieste sindacali. Le sue parole: «Il ridimensionamento delle imprese o la loro chiusura, spesso per via concorsuale o fallimentare, produce sia minore produzione, ma anche minore occupazione; tant’è che tra il 2007 e il 2011, l’occupazione è calata del 13%, mentre la produzione è crollata del 16%, con un ulteriore arretramento del 10% nel 2012. […] Le richieste economiche avanzate dai sindacati sono eccessive e comunque incoerenti rispetto alle regole sugli  assetti contrattuali, definite a livello interconfederale, mentre le proposte normative, figlie di un approccio tradizionale alla contrattazione, porterebbero a un ulteriore appesantimento degli oneri organizzativi per le imprese».

Anche la prossima fashion week milanese, che alzerà il sipario il prossimo 20 febbraio, non è esente dalle polemiche, in particolare per il suo calendario. La debolezza dell’ultimo giorno della kermesse, la vicinanza con le sfilate parigine, i confronti accesi con gli stilisti che desiderano cambiare le date, come sta capitando quest’anno con Roberto Cavalli. Polemiche che hanno spinto Mario Boselli a lanciare un appello agli stilisti italiani, i quali dovrebbero “seguire l’esempio dei francesi, che non modificano il calendario se non in casi eccezionali, perché hanno un grande rispetto per chi lavora nel settore moda, dai buyer alla stampa”.

La moda è un’eccellenza ed un vanto per il nostro Paese ed è preoccupante che, in un momento di crisi come questo, le aziende ed i soggetti tutti non facciano rete assieme per superarlo.

Read More

Fiera Milano Unica: novità e una particolare attenzione al tema della sostenibilità

Posted by on 28 Gen 2013 in Eventi | 0 comments

Fiera Milano Unica, dal 6 all'8 febbraio 2013Avrà uno stile diverso dagli scorsi l’evento inaugurale della prossima edizione di Milano Unica, salone del tessile made in Italy giunto alla sua 16esima edizione, che si svolgerà a Fieramilanocity dal 6 all’8 febbraio. Non un politico, o un rappresentante del governo o delle associazioni italiane a dare l’avvio alla kermesse. Protagonista della cerimonia inaugurale sarà Paul Smith, stilista ed imprenditore anglosassone che terrà una lectio magistralis raccontando la sua visione del tessile italiano affiancato da Michele Tronconi, presidente di Smi, e Silvio Albini, presidente di Milano Unica. Lo stesso giorno si terrà il concerto “Omaggio a Ludwing van Beethoven”, che sarà diretto da Zubin Metha e al quale si potrà accedere offrendo una donazione a Cesvi, onlus per la cooperazione e lo sviluppo.

Un’altra iniziativa interessante che caratterizzerà quest’edizione di Milano Unica sarà firmata da Blumine-Sustainability-lab e darà visibilità alle aziende che vorranno raccontare il loro uso di “Tessuti ed accessori sostenibili”. Le aziende che saranno giudicate idonee saranno inserite in una brochure tascabile in lingua italiana ed inglese che racconterà le loro strategie aziendali a favore della sostenibilità, dal risparmio energetico al coinvolgimento degli stakeholder, passando per la gestione sostenibile di acqua o energia. È la prima volta che la fiera Milano Unica scende in campo su queste tematiche che interessano sempre di più a produttori e compratori, sensibili alla sostenibilità dei materiali utilizzati per la creazione dei capi fashion. Essi devono raccontare non solo un prodotto alla moda dal gusto e dall’eleganza made in Italy, ma anche valori etici, sostenibilità ambientale e responsabilità.

Molte dunque le novità di questa edizione di Milano Unica, alla quale, tuttavia, si registra una flessione nel numero di presenze degli espositori. Complice il momento di crisi e negatività del settore tessile, che mette in difficoltà questo ed altri settori d’eccellenza del made in Italy.

Read More

Accordo tra Unicredit e il Centro di Firenze per la moda italiana per favorire l’internazionalizzazione delle Pmi

Posted by on 16 Gen 2013 in Bacheca | 0 comments

Pitti Immagine Uomo su Innovazione di modaDa Pitti Uomo 83 di Firenze, edizione di gennaio 2013 della prestigiosa kermesse italiana, nasce un’iniziativa per sostenere concretamente e favorire la piccole e medie imprese italiane nell’internazionalizzazione, soprattutto extra-europea, ormai necessità e salvezza per la nostra economia.

L’annuncio proviene direttamente da Stefano Ricci, Presidente del Cfmi – Centro di Firenze per la Moda Italiana, anche organizzatori del Salone Pitti Immagine. «Aiuteremo le aziende che producono in Italia e che vogliono internazionalizzarsi, grazie a un progetto messo a punto con Unicredit».

Il gruppo bancario si impegnerà a finanziare le aziende di moda che, producendo in Italia, desidereranno espandersi all’interno dei mercati internazionali. Questo aiuto non sarà solamente di natura finanziaria, ma anche a livello logistico, distributivo e commerciale.

I promotori del progetto credono molto nella moda italiana e l’obiettivo è quello di portare all’estero dalle 2000 alle 4000 Pmi entro la prossima edizione di Pitti Uomo, prevista per gennaio 2014. Circa il 20% delle 20.000 aziende che Unicredit punta ad internazionalizzare entro i prossimi tre anni.

Ha affermato l’Amministratore Delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni: «In Italia abbiamo tra i nostri clienti 4.000 aziende di moda, ma solo 1.000 di queste esportano. Ora vogliamo aiutare a crescere chi ha scelto di produrre nel nostro Paese e il Centro di Firenze per la moda italiana ci aiuterà in questo percorso, selezionando le aziende giuste e favorendo i contatti con i distributori e retailer all’estero».

Un progetto utilissimo in questo momento, che può davvero aiutare ad intercettare quella domanda di Made in Italy che all’estero è forte e presente e arriva da diverse parti del mondo. Proprio la domanda dei consumatori globali può ridare un’accelerata alle sorti dell’economia del nostro Paese.

Read More