Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Classe benestante cinese preferisce il made in France su Innovazione di modaChinese Luxury Consumer Survey 2013 è la tanto attesa ricerca sui consumatori del lusso cinese, svolta dall’Hurun Research Institute di Shanghai. Quali sono le preferenze dei cittadini benestanti della Cina?

Sei delle dieci griffe della top ten sono, nostro malgrado, di origine francese. Ben tre tra i primi quattro posti, cioè Louis Vuitton, Hermes e Chanel. I benestanti del Paese del dragano dichiarano, dunque, di preferire il lusso made in France. Tra gli altri, entrano per la prima volta nella top ten Burberry, Montblanc e Gucci.

Ricchi cinesi preferiscono il lusso made in France su Innovazione di modaAnche per altri settori del lusso made in France sembra essere stata una buona annata. Per quanto riguarda i vini, è entrato in classifica il francese Chateau Lafite. Per quanto riguarda i viaggi, pur confermando che i ricchi cinesi prediligono il vecchio continente, con metà delle destinazioni della top ten rivolte all’Europa, la Francia con il fascino della Tour Eiffel, incantevoli vie dello shopping e la pregiata collezione di musei come il Louvre rimane la meta preferita.

Per l’orologeria alto di gamma è stato un anno duro per tutti i brand, a causa probabilmente di un anno difficile, penalizzato dalla cattiva campagna stampa e dalle forti restrizioni anticorruzione. Per quanto riguarda i brand europei, l’unico a mantenersi in classifica, anche se alla quindicesima posizione, è stato Longines, mentre Rolex è rimasto addirittura fuori dalla classifica.

È un mercato in espansione quello cinese per quanto riguarda il lusso, con una classe benestante che ama i brand europei e una classe media che inizia ad avere una buona capacità di spesa e guarda ai nostri brand, anche grazie ad internet, con forte interesse. Sarebbe un grave errore per le eccellenze del made in Italy trascurare questi compratori.

A questo link il report in lingua inglese.