Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

In un momento di difficoltà economica un problema che potrebbe addirittura disincentivare l’avvio e la formazione di nuove imprese è la problematica dell’accesso al credito. Quando anche le banche faticano ad erogare credito alle nuove imprese devono attivarsi in soccorso del tessuto produttivo del nostro Paese altri attori. In questo caso, un’importante iniziativa è stata avviata in Lombardia da Cna e Unicredit.

start up moda innovazione moda

Il progetto si inserisce all’interno del più ampio bando “Start Up Moda”, predisposto dalla Regione Lombardia già nel 2012 per sostenere le nuove imprese del settore della moda. I due soggetti, Cna e Unicredit, hanno realizzato un progetto che consente l’accesso ad una linea di credito agevolata. Questo per 16 startup della moda del territorio lombardo che usufruiranno di un fondo perduto, erogato tramite voucher, per un importo massimo di quaranta mila euro a impresa.

Giuseppe Vivace, che ha il ruolo di Segretario del CNA Lombardia, ha dichiarato al riguardo: «Il fondo perduto è senza dubbio un esempio efficace e diretto di sostegno alle imprese che si mettono con coraggio, creatività e determinazione oggi sul mercato».

Per quanto riguarda Unicredit, è impegnata nel sostegno delle nuove imprese da diverso tempo, considerando che solo nell’arco dell’ultimo anno ha investito nel finanziamento delle start-up più di 250 milioni di euro. Monica Cellerino, Regional Manager di UniCredit per la Lombardia, ha affermato in proposito: «Il settore della moda rappresenta una eccellenza del sistema produttivo della Lombardia. Proprio per questo UniCredit ha deciso di sostenere questa iniziativa che premia la nuova imprenditorialità con lo scopo di sostenere l’occupazione di un settore che è un vanto per il nostro Made in Italy nel Mondo».