Posted by on 14 Set 2011 in Bacheca | 0 comments

Sorgenti di contaminazione nel tessile
Il nonilfenolo ed i nonilfenoli etossilati sono sostanze che trovano impiego nella lavorazione industriale tessile in quanto tensioattivi non ionici aventi ottime prestazioni come detergenti, emulsionanti e disperdenti. Sono utilizzati anche negli oleanti per filatura e nelle formulazioni di molti ausiliari per la tintura ed il finissaggio
Pericolosità e Regolamentazione Europea
Gli alchilfenoli sono persistenti, bioaccumulabili e tossici per gli organismi acquatici. In particolare essendo queste molecole molto simili ad ormoni femminili, l’inquinamento da nonilfenolo porta all’insorgenza di alterazioni del sistema riproduttivo con “la femminilizzazione” dei pesci.
A causa della loro ittiotossicità sono stati inseriti all’interno del Regolamento Europeo n. 552/2009 relativo alle sostanze in restrizione nell’ambito del regolamento Reach, il quale impone la non immissione in commercio di sostanze o miscele il cui contenuto di nonilfenolo e/o nonilfenoli etossilati possa essere superiore allo 0.1%.
Il caso “Panni Sporchi 2”

Agosto 2011: Greenpeace pubblica i risultati di una ricerca sullo stato di inquinamento dei fiumi cinesi e collega l’inquinamento delle acque dovuto alla presenza dei nonilfenoli alla produzione tessile di grandi marchi. Questo collegamento è stato realizzato analizzando la presenza delle sostanze direttamente sui capi di diversi marchi acquistati in diversi paesi.
L’intento di Greenpeace è quello di dimostrare come, pur essendo vietato l’utilizzo di tali sostanze da parte della Comunità Europea, il contenuto di nonilfenoli nei capi importati ed il loro successivo lavaggio comporti comunque una fonte di inquinamento per le acque del territorio europeo.

“…I livelli di NPE trovati negli articoli non costituiscono una fonte diretta di rischio per la salute di chi indossa gli abiti ma il volume dei tessuti esportati nei paesi occidentali e soggetti a lavaggio da parte dei consumatori è tale da rendere non trascurabile la quantità che nell’insieme viene rilasciata nell’ambiente”. (Estratto da “Panni Sporchi 2” di Greenpeace Italia)

Come individuare la presenza dei Nonilfenoli
Per la determinazione di queste sostanze nell’acqua vi sono a disposizione dei metodi di analisi normati ufficiali (es. ASTM D 7495/09)
Non esiste invece alcun riferimento normativo ufficiale per la quantificazione nei prodotti tessili (matrici solide). La loro determinazione è possibile attraverso le tecniche analitiche gas-massa e liquido-massa basandosi sull’elaborazione di un metodo di analisi interno

Il documento di Greenpeace è scaricabile al sito:
http://www.greenpeace.org/italy/it/ufficiostampa/rapporti/panni-sporchi2/
http://www.labritex.com/
Ritex – Laboratorio Ricerca e Analisi Tessili