Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Innovazione di moda | Shopping experience virtuali Net-a-porter.com

Net-a-porter.com

In un’università del Dorset, in Gran Bretagna, gli studiosi Janice Denegri-Knott e MikeMolesworth studiano da circa dieci anni le caratteristiche dei consumi digitali. Le loro ultime ricerche sono confluite nel libro Digital Virtual Consumption. Dalle analisi emerge che la vera forza di un sito di e-commerce non è quella di tradurre in termini digitali il commercio fisico, ma quella di immaginarlo come un diverso tipo di shopping, con pratiche e paradigmi completamente diversi.

La caratteristica del best player del momento è proprio quella di essere nati e vissuti online, pensiamo ad esempio ad Amazon, E-bay, Yoox, quindi di non essere legati e vincolati dalle logiche del retailer fisico.

Gli e-commerce stanno vivendo ad oggi un momento di grande espansione, rinvigorendo un’economia altrimenti stagnante. Sembrano essere la via naturale da imboccare per dare nuovo slancio ai propri mercati, ma nascondono anch’essi delle complessità. È ciò che emerge ancora dalle analisi di Denegri-Knott e Molesworth, cioè il fatto che gli e-commerce abbiano bisogno di continue innovazioni e getti di creatività per mantenere sempre nuova l’esperienza del consumatore. Online, più che offline, l’utente si annoia facilmente e ha bisogno di nuovi stimoli per replicare l’esperienza di shopping. «I consumatori non vedono l’acquisto online come l’emulazione di un’esperienza reale – spiegano gli autori del manuale -. L’attrattività del consumo virtuale sta nella sua capacità di produrre esperienze nuove ed eccitanti».

Interessanti, da questo punto di vista, sono le esperienze ad esempio di Net-a-porter, che con l’iniziativa Live permette di seguire su una mappa virtuale gli acquisti degli utenti in tutto il mondo; o la giocosa iniziativa di Yoox.com che con Speak & Shop permetterebbe di acquistare usando solamente la voce.

Innovazione, emozioni e sorpresa sono gli imperativi che devono guidare la creazione di shopping experience virtuali davvero efficaci e alternative al retail fisico.