Pubblicato di in Eventi | 0 commenti

Il Fashion Digital Meet quest’anno a Schio! Venerdì 24 ottobre presso la sala conferenze del Lanificio Conte: un incontro tra gli Studenti degli Istituti della Moda e prestigiosi Professionisti del Settore. Il titolo di quest’anno: «Archivi Vivi»: il Fashion nell’Era Digitale. Un confronto tra gli studenti del fashion e gli esperti del settore sui cambiamenti portati dal digitale.

Per il secondo anno consecutivo un evento frizzante e dinamico dedicato agli studenti all’interno del ciclo di incontri DIGITALmeet. Organizzato nuovamente da Atman – Agenzia Digitale utilizza una proposta innovativa, ossia il BOF: Birds of a Feather, un confronto estremamente interattivo che ha le sue origini nella Silicon Valley.

Un momento dedicato al dibattito aperto e interattivo tra due mondi spesso separati che stanno trovando però, attraverso il Digitale, nuove situazioni e modalità di contatto. Le relazioni si fanno più dirette e il confronto più vivo in un mondo in cui il cambiamento è a portata di un click! Un evento in cui parlare ampliamente di temi caldi: l’evoluzione del settore Moda/Fashion grazie alle opportunità offerte dal Web, il significato e la potenzialità degli “Archivi Vivi”, le nuove professionalità originate dal web e le nuove modalità di incontro e contatto tra i giovani e l’ambito professionale.

La rosa di relatori è composta da: Lidia Zocche, Responsabile Servizio Cultura del Comune di Schio; Anna Maria Addante, Dirigente Scolastico IIS Ruzza; Walter Macorig, Università IUSVE Venezia; Ruggero Toniolo, Information System Director Louis Vuitton Italia; Sabina Sergi, HR Recruitment and Developement Manufacture de Souliers Louis Vuitton; Riccardo Capitanio, Presidente Giovani Ascom Confcommercio e Retailer Moda; Irene D’Agati, Fashion Specialist e Blogger; Andrea Rambaldi, fondatore di Fashionart e presidente Sistema Moda Confindustria Padova; Enzo Sisti, Innovation Manager che ricopre per la giornata il ruolo di moderatore.

Numerosi gli studenti presenti all’evento provenienti da diversi Istituti della Moda del Veneto. Presenti in particolare: 44 studenti dell’IIS Ruzza; 17 studenti dell’Istituto Cosmo; 28 studenti dell’Istituto Garbin; 18 studenti dell’Istituto Scotton; 22 studenti dell’Istituto Montagna e circa una ventina di studenti dell’Università IUSVE. Questi ultimi nello specifico hanno la possibilità di mostrare parte di un progetto dei loro studi e di intervistare alcuni dei relatori per un confronto più specifico e diretto.

La comunicazione tra le parti è favorita dall’impostazione del confronto che prevede la possibilità di interagire tramite: domande dirette, scritte su bigliettini e inseriti in una apposito contenitore, live post su Facebook tramite l’utilizzo dell’hashtag #FashionDigitalMeet. Un altro elemento che favorisce la viralità e la condivisione dell’evento è la diretta in streaming sui canali http://www.ustream.tv/channel/digital-meet o http://www.digitalmeet.it/digitalmeet_eu .

Altro aspetto meritevole di nota per questa giornata è la visita programmata prima dell’evento agli adiacenti Giardini Jacquard e la Fabbrica Alta: di importanza storica per il settore tessile.

Un ringraziamento particolare va anche a Fondazione Comunica che ha permesso la realizzazione del ciclo di incontri del Digital Meet e che ha messo a disposizione due pullman per agevolare la partecipazione delle scuole.