Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Un’idea di moda davvero innovativa quella venuta addirittura nel 2007 all’inglese Josè Neves, AD di Farfetch.com. «Abbiamo deciso di cavalcare il trend degli acquisti online dando spazio alle piccole realtà che, altrimenti, troverebbero difficile mantenere una presenza online». Grazie a questa piattaforma, è possibile collegarsi in un attimo a 250 tra le migliori boutique multimarca indipendenti di tutto il mondo, fare un piacevole tour virtuale, acquistare prodotti pagando in un unico conto e ricevendo i propri acquisti a casa.

Farfetch.com boutique del mondo su Innovazione di moda

Farfetch.com

I brand hanno la possibilità di avere una vetrina online e vendere in tutto il mondo e, in cambio, danno una percentuale sulle vendite alla piattaforma Farfetch.com. E la maggior parte dei negozi multimarca presenti è italiana. Ancora Josè Neves afferma: «Se parliamo di partner, l’Italia è uno dei migliori perché vanta un gran numero di realtà indipendenti, molte delle quali hanno una lunga storia alle spalle e sono di stampo familiare».

Invece, per quanto riguarda la clientela di Farfetch i migliori mercati sono: Usa, Brasile, Regno Unito, Australia e Hong Kong.

I numeri delle vendite sono notevoli: la spesa media per utente si attesta intorno ai 657 dollari, mentre la top client del portale ha già acquistato merce per 291.000 dollari nell’arco di 280 ordini.

Anche i numeri del portale confermano la bontà del progetto: 3,8 milioni di visite al mese, 130mila clienti registrati, 80mila prodotti in vendita, 130 milioni di dollari di fatturato, in crescita del 145%. Con la previsione dell’AD di Farfetch.com di raddoppiare nel 2013.

La sfida per il 2013 è, non solo quella di raddoppiare il fatturato, ma anche di migliorare il mobile commerce, con un sito ottimizzato per smartphone e tablet che verrà lanciato a breve.

Un’idea di business davvero vincente, che cavalca i trend attuali e risponde davvero ad un bisogno dei clienti.

Fonte: Moda24