Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

Un altro anno da record per il gruppo Calzedonia. Che ha chiuso un altro anno fiscale da record nonostante il momento di crisi generale, economica e politica, che sta vivendo l’Italia e il mondo Occidentale in generale. L’azienda italiana ha chiuso il 2012 con una crescita a due cifre, cioè +16%, e un fatturato da 1503 milioni di euro.

Gruppo Calzedonia in crescita su Innovazione ModaL’anno in corso si prevede sia quello del sorpasso del mercato estero sul mercato italiano, come ha dichiarato il presidente del gruppo Sandro Veronesi. «I mercati dove siamo da sempre forti, quelli dell’Europa mediterranea, in primis Italia, Spagna, Portogallo e Grecia, sono ormai saturi. E’ tempo di crescere nell’Europa dell’Est, ma anche a Nord, in Germania e Francia. […]Abbiamo in programma l’apertura di altri negozi in Brasile, una terra dall’enorme potenziale dove contiamo già dieci negozi e a breve arriveranno i primi test a Hong Kong e a Tokyo».

Nel 2009 il Gruppo si è aperto alla maglieria di lusso acquisendo al suo interno il brand Falconeri e da qualche tempo si è aperto anche al food con l’esperimento Signorvino, l’insegna delle etichette di vino italiane presente a Verona e Milano. «A breve annunceremo nuove aperture anche all’estero, dove la domanda di prodotto italiano va forte. E in prospettiva vorremmo differenziare due format: uno city, l’altro country. Ma per ora siamo solo agli inizi».

Una crescita senza freni, novità e aperture, dunque, per il brand italiano che non ha paura della crisi.