Pubblicato di in Bacheca | 0 commenti

La vorazione artigianale della pelleIl distretto fiorentino della pelletteria di lusso è forse il più importante al mondo per le produzioni di alta qualità di borse, portafogli e valigie. Vi sono 2200 imprese, principalmente di piccole o piccolissime dimensione, e 15000 addetti ai lavori, che se ne occupano contribuendo alla creazione di tutti quei prodotti di lusso che sono l’eccellenza del nostro Paese. L’importanza di questo polo strategico è evidente pensando anche solo che in Toscana viene realizzato più del 50% della produzione globale di accessori metallici per la moda.

Ora questo distretto intorno a Firenze sta diventando sempre più un polo tecnologico al servizio della pelletteria, guidato dalla spinta all’innovazione che contrasta la crisi. Sta, infatti, nascendo un polo della metalmeccanica applicata alla lavorazione della pelle. Macchine per tingere i bordi della pelle, per incollare le parti da assemblare, per contenere le fustelle. La tecnologia applicata alle pelli dà nuovi stimoli e nuova energia al settore del lusso, che comunque ha sempre goduto di ottima salute.

La macchina permette di aumentare la produttività e di ridurre i costi aziendali. L’evoluzione dei processi produttivi  e della logica, che da artigianale diventa industriale, è una sfida e un obiettivo strategico per questo settore, capace di evolversi ed innovarsi per migliorare e continuare a crescere.

(www.ilsole24ore.com)